Categoria: Racconti brevi e versi

0

Ci siamo ubriacati di Mon Chéri

Sull’autostrada che costeggia il mare una piazzola di sosta in un paesaggio lunare Che salto Se puntassimo l’auto verso l’orizzonte Se andassimo Io e te abbracciati alle nostre t-shirts nel vento Non hai nulla da dirmi, lo so mentre io vorrei baciarti ma tu, ombra disegnata d’asfalto guardi altrove guardi dove Dico “che voglia di bere” E tu rispondi “è questo, l’unico liquore che abbiamo…” e mi mostri il tuo...

0

Ti do la certezza che ti amo

Ti do la certezza che ti amo non quando ti bacio o ti accarezzo i capelli non quando facciamo l’amore e neanche dopo te la do quando, esausti, restiamo abbracciati in un groviglio annodato di lenzuola Ti do la certezza che ti amo non quando ti parlo (e ti parlo di noi) non quando sto ad ascoltarti e neanche di notte te la do quando cullo nostro figlio e cantileno,...

0

Kamikaze

dio è con me Anche in questa città straniera Anche se Lentamente qui scende la sera e non c’è una strada che sia più sicura dio è con me dio è con me Mentre salgo su questo treno Freddo c’è nei pallidi visi più scuri del mio Qui c’è dio In un giubbotto imbottito di vendetta e dolore dio è con me è dentro me E’con me, mi stringe le...

Poesia d’amore 1

Poesia d’amore

Ti odio. Ti odio perché mi sembri bellissima e magari non lo sei. Ti odio perché solo tu riesci a farmi fare ciò che non vorrei. Ti odio perché nel mio futuro non vedo altre alternative che te. Ti odio perché, ne son sicuro, anche tu non riesci a non odiare me. Ti odio. Ti odio perché mi manchi e soffro, mentre mi chiedo con chi sei. Ti odio perché,...

0

Lo chiamero’ Aylan

Lo chiamerò Aylan questo vento freddo che viene da lontano e ci attraversa il cuore Lo lascerò passare come passano le parole inutilmente, in fila su uno schermo senza rumore Lo chiamerò Aylan questo treno che viaggia verso il nord e si ferma chissà dove E quanti, che lo aspettano e dormono in stazione sulle panchine, oppure per terra… Quant’è difficile sognare dall’asfalto! Lo chiamerò Aylan questo cane che annusa...

0

Baci, Maria.

L’ho trovata stamattina. Ha fatto capolino tra cinquantottoeuroEnel, Vienialmarketdaiprezzivantaggiosi e EstrattocontoBancaSanPatrizio. Si è sollevata a stento. Ha mostrato il suo panorama, spingendo le colline oltre la fredda burocrazia bollettaria, l’ipocrita gentilezza pubblicitaria, la misera realtà bancaria. Paesaggio rotondo, ubertoso, probabilmente particolare di interno umbro; non eccessivamente assolato – lo sono spesso certe volgari vedute litoranee – ma sereno e vibrante, come mano che guida sicura puledro purosangue a tiro di...

0

Il tuo profilo

Non capisco se sei davvero così bella, o se sono i miei occhi che ti fotoscioppano e ti fanno tanto snella e delicata in una dissolvenza che tende al blu. Lascia che le tue mani affondino nella sabbia e inarcati quel tanto che basta per farti disegnare dal sole, in un riverbero, in un riflesso, dove l’onda scivola e risacca; guarda… basta che tu sorrida ed ecco, io non respiro...

0

Giulia

Sei come un fiore di cristallo che ha il profumo della sabbia e lo stesso colore dei pensieri Sei la prima ruga del tempo scavata senza ritorno sulla fronte muta di tua madre Sei il peso leggero di un sorriso portato in braccio, piano, tra la gente a respirare Una vita sola, calda, come il raggio di sole che investe queste scarpe sempre nuove e queste ruote maledette Dimmi, piccola...