Taggato: morte

0

Vecchino e Vecchina

Ci sono Vecchino e Vecchina. Vecchino, aggrovigliato tra le lenzuola di un letto d’ospedale, sta per andarsene. Vecchina piange in silenzio e gli tiene la mano. C’è un macchinario che fa bip bip. Vecchino non si rende conto che Vecchina piange, forse però lo immagina. Il fatto è che non ci vede più. Fissa con occhi vitrei e immobili un angolo del soffitto. E aspetta. – Da quell’altra parte dev’esserci...

Epitaffio autografo di un musicista jazz forse di colore 0

Epitaffio autografo di un musicista jazz forse di colore

Quando morirò diranno “era bello”. Quando morirò diranno “era buono”. A me basta che uno, uno solo, abbia il buongusto di dire: “era un uomo”. Quando morirò mia madre piangerà e il dolore le righerà la fronte. Oppure lei sarà già andata via, allora la faccia sfregiata sarà la mia. Quando morirò mio padre toccherà capelli abbandonati e labbra scolorite, ma neanche lui, con tutto quello che ha vissuto, saprà...

Ultime parole del poeta 2

Ultime parole del poeta

Non c’è più il rumore molesto che fan le parole Quando danzano al ritmo indigesto di regole nuove E di notti, di frasi passate al setaccio sento ancora l’odore Stringimi forte la mano… per favore Non c’è più il disegno contorto dei gorghi del fiume Quando passi sul ponte e da lì cominci a pensare Il dubbio, l’arcano, è andare comunque controcorrente correre, scorrere, correre, scorrere sempre E per te...